Sistemi di ritenuta

Home »  Codice della strada »  Neonati o bambini in auto »  Sistemi di ritenuta

ece-labelR44-03 universalTutti i sistemi di ritenuta per bambini utilizzati sui veicoli devono essere di tipo omologato, (secondo lo standard europeo ECE R44/03-04 oppure ECE R129 di recente introduzione che affianca ma senza sostituire la R44/04) questo dovrà risultare da targhette specifiche recanti il marchio del costruttore, l’identificazione del paese di produzione, il gruppo di appartenenza, il numero e il regolamento di omologazione.

I dispositivi di ritenuta per il trasporto dei bambini in auto sono obbligatori dalla nascita fino al raggiungimento di 36 Kg di peso e possono essere di due tipi:

Seggiolino 3Seggiolino: è un dispositivo di sicurezza costruito con elementi di tenuta imbottiti atti a contenere e trattenere il bambino ed evitargli urti in caso di collisione tra veicoli. A seconda del modello, viene fissato tramite le cinture di sicurezza del veicolo (tipo universale) oppure mediante proprie cinghie di ancoraggio (tipo semi-universale).
Per questo tipo di sedili, dal febbraio del 2006, è stato introdotto anche il sistema ISOFIX, un sistema di aggancio rigido, che permette di ancorare il seggiolino senza l’ausilio delle cinture di sicurezza dell’auto, ma bensì degli appositi ganci posizionati nel sedile del veicolo.

Seggiolino 4Adattatore: sono simili a dei piccoli sedili che, sollevano il bambino rispetto al piano del sedile del veicolo e consentono di utilizzare per il fissaggio le cinture di sicurezza di serie presenti a bordo del veicolo. Gli adattatori possono essere utilizzati per bambini oltre i 18 kg. di peso.

La normativa europea suddivide in 5 Gruppi i dispositivi per il trasporto dei bambini in auto:

Gruppo 0: (navicella) per bambini da 0 a 10 kg (da 0 a 9 mesi circa), i dispositivi appartenenti a questo gruppo sono quasi dei lettini che permettono al neonato di viaggiare sdraiato. I seggiolini per lattanti devono essere posizionati in senso contrario a quello di marcia. Meglio quindi sul sedile anteriore che consente di avere il bebè sempre sott’occhio. In questo caso l’airbag lato passeggero deve essere disinserito, se l’auto non consente la disattivazione dell’airbag, il seggiolino deve essere installato obbligatoriamente sul sedile posteriore.

Gruppo 0+: (ovetto) per bambini da 0 a 13 kg (da 0 a 15 mesi) sono dispositivi analoghi ai precedenti ma con una maggior protezione per la testa e per le gambe.

Gruppo 1: per bambini da 9 a 18 kg (da 9 mesi fino 4-5 anni) dispositivi che devono essere fissati all’auto attraverso la cintura di sicurezza. La cintura va fatta passare all’interno della struttura del seggiolino e deve essere ben tesa in maniera da impedire qualsiasi spostamento (fatto salvo per i seggiolini dotati di sistema ISOFIX, trasportati con veicoli debitamente attrezzati).

Gruppo 2: per bambini da 15 a 25 kg (da 4 a 6 anni) Cuscini dotati di braccioli e talvolta di un piccolo schienale. Servono a sollevare il bambino in maniera da poter usare, con l’aggiunta di un dispositivo di aggancio, le cinture di sicurezza dell’auto che in questo modo passano nei punti corretti (sopra il bacino e sopra la spalla, invece che sopra il petto e il collo)

Gruppo 3: per bambini da 22 a 36 kg (da 6 fino 12 anni) Anche in questo caso si tratta di un seggiolino di rialzo, senza braccioli, che serve per aumentare l’altezza del bambino, affinché si possano usare le cinture di sicurezza dell’auto.

<- Precedente Successivo ->