I cerchi

Home »  Officina »  I cerchi

Sono molti gli appassionati di Tuning che amano personalizzare e abbellire esteticamente il proprio veicolo. Se termini quali Offset, ET, PCD ecc., possono creare confusione e incertezza sopratutto nel momento in cui decidete di sostituire i cerchi originali con ricambi after market più accattivanti nel design, quella che segue è una breve “guida” che spiega in modo semplice come leggere le misure caratteristiche dei cerchi del proprio veicolo.
Esistono sostanzialmente due diverse tipologie di cerchi ruota, i cerchi in ferro e quelli così detti in lega leggera o lega di alluminio. Osservandoli esclusivamente dal lato estetico appariranno ovviamente molto differenti, analizzandoli invece sotto l’aspetto tecnico, si noterà che entrambi hanno in comune una serie di requisiti e misure specifiche che servono ad identificarne univocamente le caratteristiche dimensionali. Tali indicatori sono: la “larghezza del canale” (ossia dove viene alloggiato lo pneumatico), il “diametro del cerchio” (cioè la grandezza), l’offset (o ET) e l’interasse.
Misure_caratteristiche cerchi 1

Larghezza del canale e diametro del cerchio

Queste sono le due misure principali e che solitamente sono usate per identificare un cerchio.Misure_caratteristiche cerchi 2 Generalmente vengono espresse con due valori numerici.
Ad esempio: 7×16
Dove la prima cifra “7” distingue la larghezza del canale e la seconda cifra “16”, determina invece il diametro del cerchio. Bisogna tenere presente che entrambe queste misure sono sempre espresse in pollici.
In alcuni casi, questi valori identificativi, possono essere integrati da lettere e altri numeri.
Ad esempio: 7Jx16H2
Nell’esempio la lettera che segue la larghezza del canale “7J”, determina la forma del bordo del cerchio. Invece la lettera e il numero che seguono il diametro del cerchio “16H2”, specificano gli eventuali rinforzi della struttura del cerchio. In questo caso “H2” significa che la sezione del cerchio è dotata di due gobbe di rinforzo.

Offset (o ET )

Il valore dell’ offset (o ET), detto anche scampanatura, è la misura espressa in Offset_cerchi 1millimetri della distanza tra la superficie di appoggio del cerchio al mozzo e l’asse di mezzeria (virtuale) del canale del cerchio stesso.

In altre parole, se il piano di attacco del cerchio è perfettamente al centro del suo canale di mezzeria, avremo un valore di offset (o ET) pari a zero, mentre se il piano è spostato all’esterno rispetto alla mezzeria del canale del cerchio, avremo un valore di offset (o ET) maggiore di zero, cioè positivo.
Viceversa se il piano è spostato all’interno il valore di offset (o ET) risulterà negativo.
La misura di offset (o ET) di un cerchio è quasi sempre indicata sul cerchio, o con la sigla ET come voce separata dalle altre misure come nell’esempio sotto:

ET8, ET-20, ecc

Questi due valori indicano rispettivamente un offset (o ET) positivo di 8mm e uno negativo di 20 mm (chiaramente la misura negativa è preceduta dal segno ““).

Oppure il valore dell’offset (o ET) può essere indicato insieme alle misure del canale e del diametro del cerchio ma sarà preceduto da una “x” come nell’esempio sotto:

7Jx16H2x33

Di conseguenza, la lettura di questo dato sarà: “7J” la larghezza del canale; “16H2” il diametro del cerchio e 33 è il valore di offset (o ET) positivo di 33 mm.
Questo parametro, insieme agli altri ed in particolare alla larghezza del canale, è da tenere in considerazione quando si vogliono sostituire i cerchi con altri diversi da quelli montati in origine sul veicolo.

  • ET = 0: il piano di mezzeria (asse) del cerchio coincide con l’attacco del cerchio al mozzo.
  • ET > 0 (positivo): il piano di mezzeria (o asse) del cerchio, rientra rispetto all’attacco del cerchio sul mozzo (cioè si posiziona verso l’interno del passaruota).
  • ET < 0 (negativo): il piano di mezzeria (o asse) del cerchio sporge rispetto all’attacco del cerchio al mozzo (cioè si posiziona verso l’esterno del passaruota).

Ad esempio: se il veicolo monta di serie cerchi con ET 40 (cioè positivo) e si sostituissero con dei cerchi aventi ET 0, si avrebbe una fuoriuscita della ruota di 40 mm (4 cm) rispetto alla precedente e un conseguente aumento complessivo della carreggiata di 80 mm (8 cm) ossia 4 cm per ciascuna ruota sull’asse.

Oppure, se si montassero dei cerchi con ET -10 (cioè negativo) si avrebbe un aumento totale della carreggiata di 100 mm (10 cm) e cosi via.

Allargare la carreggiata variando l’offset (ET) , è lo stesso effetto che si avrebbe interponendo un distanziale tra cerchio e mozzo del veicolo. In genere i distanziali si usano nelle competizioni automobilistiche o nel tuning proprio per allargare la carreggiata dei veicoli.

Offset_cerchi 2

Detto ciò, ne consegue che è importantissimo fare attenzione a NON ESAGERARE con modifiche dell’offset (ET) dei cerchi, poiché una eccessiva variazione sia in riduzione che in aumento potrebbe causare problemi tecnici al veicolo, ad esempio:

  • Usurare troppo velocemente gli organi meccanici del veicolo (parti di sospensioni, cuscinetti dei mozzi ecc)
  • Influenzare negativamente la tenuta di strada
  • Rischiare che la ruota tocchi gli organi meccanici all’interno del passaruota o il parafango stesso

N.B. – Variando il valore di offset (ET) e mantenendo inalterata la larghezza del canale, è plausibile che la ruota sporga più o meno rispetto al cerchio originale, di conseguenza, creando un allargamento o riduzione della carreggiata si alterano i valori di omologazione del veicolo.

Interasse (o PCD )
Un altro fattore importante da conoscere per scegliere correttamente un cerchio da montare sul veicolo è l’interrasse (o PCD), poiché indica il numero, la posizione e la distanza (espressa in mm) dei fori di fissaggio del cerchio oltre che il diametro del foro di centraggio sul mozzo del cerchio stesso. Ogni cerchio è caratterizzato da una misura propria dei fori per il fissaggio e dall’interasse preciso dei fori tra di loro. In parole semplici, l’interasse è il diametro del cerchio che taglia il centro di ogni foro dove saranno inseriti i bulloni di fissaggio al mozzo.

Rigenera Ruote SRLSInterasse_2

 

 

 

 

 

 

D= diametro foro centraggio cerchio
d= diametro fori colonnine
L= interasse

Conoscere il PCD quindi è un dato importante per consentire il corretto fissaggio della ruota al mozzo, se il numero dei fori o l’interasse dei fori non sono corretti, il cerchio non potrà essere montato correttamente sul mozzo del veicolo.

ATTENZIONE – La variazione di larghezza della carreggiata di un veicolo oltre a pregiudicare le caratteristiche tecniche del veicolo, compromette senza alcun dubbio anche i requisiti di omologazione.
Nelle sostituzioni di cerchi, è opportuno utilizzare sempre cerchi ruota della misura approvata dal costruttore del veicolo (riportati nella carta di circolazione) ed è fondamentale adoperare sempre cerchi di tipo omologato.
Per il montaggio di cerchi di misura non prevista per il proprio veicolo, verificare e concordare preventivamente la fattibilità con il produttore del veicolo e provvedere poi ad aggiornare la carta di circolazione.

 

Leave your Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>